Costermano sul Garda. Storia di un insediamento, evoluzione di un toponimo

Costermano sul Garda. Storia di un insediamento, evoluzione di un toponimo

Costermano sul Garda. Storia di un insediamento, evoluzione di un toponimo, Verona 2016

Il volumetto, che si avvale della presentazione dello storico Gian Maria Varanini, coglie occasione dal referendum che ha modificato la denominazione del comune da “Costermano” a “Costermano sul Garda” per ripercorrere la storia dell’odierno capoluogo, non trascurando poi cenni sulle sue frazioni. Questo si origina dall’unione di due nuclei abitativi distinti, noti in età medievale come “Castelnuovo della Badessa”, dipendente dall’abbazia Bresciana di Santa Giulia, e “Costarmata”, villaggio autonomo che si forma successivamente a nord del primo, le cui vicende vengono narrate fino al declino dell’abbazia e l’unione dei due centri e quindi, proseguendo verso tempi più recenti, seguendo pure l’evoluzione del toponimo originario “Costarmata” nel moderno “Costermano” , infine “Costermano sul Garda”, e dimostrando l’inconsistenza di una derivazione dalle voci Castrum romanum/romanorum.